potere alla parola

Come utilizzare la voce nel contesto cinematografico.

Nel cinema quell’esigenza più teatrale di dovere farsi sentire fino all’ipotetica ultima fila della platea, di “portare la voce”, viene in parte meno. Innanzitutto l’attore ha a disposizione dei microfoni o la possibilità di doppiarsi in seguito, ma la differenza fondamentale risiede ancora una volta nel concetto di frame. Occorre infatti ricordare sempre che lo spettatore non assiste alla ripresa documentale di una persona che recita, viceversa il frame nel quale si immerge costituisce TUTTA la realtà per tutto il tempo della proiezione. Sarebbe evidentemente del tutto incongruente che un attore applicasse a quella realtà, la realtà del frame, che è unica ma anche esaustiva, un’esigenza che appartiene al set o addirittura al teatro e invariabilmente risulterebbe inautentico, finto, recitato.

Proprio per questo egli deve avere piena padronanza del suo strumento vocale affinché tutto si comprenda nel modo corretto, affinché non si sforzi di tenere un determinato timbro di voce o di volume, affinché sappia enfatizzare determinati concetti rispetto ad altri e soprattutto affinché la sua voce non suoni falsa.

Posti disponibili
6 per ogni ciclo di lezioni

Inizio corso
Maggio 2021

Divisione delle lezioni
14 lezioni da 3h

Lezioni settimanali
Due lezioni settimanali

Ore complessive
Il corso di Potere alla Parola prevede 42 ore di lezione totali

Costo di iscrizione
620 € + quota associativa

PROGRAMMA

Il programma del corso di Potere alla Parola

Tecniche di meditazione > 2 ore

La respirazione > 6 ore

Dizione  > 3 ore

L’articolazione > 6 ore

 

Essere logici > 6 ore

Autenticità > 4 ore

La voce del personaggio > 6 ore

Il microfono > 3 ore

ADR > 6 ore

Prenota il tuo corso

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle novità della scuola e i corsi in partenza