CINEMATOGRAFIA

CINEMATOGRAFIA

Nel mondo anglosassone il cinematographer è il braccio armato del regista, è lo specialista della luce, dell’immagine, del colore e dei mezzi tecnici necessari a controllarli.

In Italia ci si riferisce a questo ruolo come al Direttore della Fotografia, ma molto spesso il cinematographer è anche l’operatore di macchina: il cameraman (una circostanza, questa, oggi molto diffusa anche da noi).

Si tratta quindi di una figura più completa del semplice DoP: artistica e tecnica al tempo stesso, specializzata nel creare la materia stessa del film: l’immagine.

L’obiettivo del cinematographer è il look del film, la sua atmosfera, la sua grammatica, il suo stile: una parte integrante del racconto cinematografico.

Ma ha anche una parte fondamentale nel costruire l’emozione dell’esperienza visiva del film, la cosiddetta «magia del cinema».


Il corso si tiene

  • Prima edizione: da gennaio a marzo
  • Seconda edizione: da aprile a giugno
  • Terza edizione: da settembre a novembre


Posti e lezioni

  • Posti disponibili per ogni edizione: 5
  • Divisione delle lezioni: 22 lezioni da 3h
  • Lezioni settimanali: 2 (mercoledì e venerdì dalle 18.00 alle 21.00)
  • Ore complessive: 66


Programma
 
 

  • Inquadramento storico: 6 ore
    • Evoluzione della cinematografia: 4 ore   
    • L’essenza del digitale: 2 ore 
  • La dotazione tecnica: 12 ore
    • Corpo macchina: 4 ore
    • Obiettivi: 4 ore
    • Accessori: 4 ore
  • La fotografia cinematografica: 25 ore (pratica) 
    • La luce: 8 ore (pratica)
    • Il colore: 5 ore (pratica)
    • Il framing: 7 ore (pratica con la camera)
    • I movimenti di macchina: 5 ore (pratica con la camera)
  • Break down dello script: 23 ore
    • Analisi dello script: 8 ore
    • Dalla carta all’immagine: 7 ore (pratica con la camera)
    • Inquadrare la scena: 8 ore (pratica con la camera)

costo di iscrizione 840 € + quota associativa